Terlago: teli di juta anti-alghe sul fondo del lago

Curioso esperimento a Terlago, che potrebbe sostituire il costoso sfalcio annuale delle alghe, fastidiose per i bagnanti

Sono un ottimo indicatore della purezza di uno specchio d'acqua, ma possono dare fastidio ai bagnanti: le alghe al lago di Terlago sono da sempre un problema, ma quest'anno il Comune ha deciso di percorrere una via "bio" per risolvere la questione.

Anzichè procedere con il consueto diserbo si è scelto di provare a posizionare sacchi di juta sul fondo del lago, per impedire lo sviluppo eccessivo delle  macrofite, alghe di lago che, come dice la  parola stessa, tendono a crescere in gran quantità durante la bella stagione. 

Come riporta il sito valledeilaghi.it i Vigili del Fuoco di Trento hanno provveduto a posizionare sul fondo del lago dei grandi teloni di juta, materiale naturale e biodegradabile (bisognerà sostituirli l'anno prossimo), ancorandoli al fondo con dei pesi. L'idea prende le mosse da quanto avviene negli orti, dove con dei teloni si contrasta la crescita di erbe indesiderate, dverse ovviamente dalla verdura coltivata.

Per sapere se l'esperimento sia andato a buon fine bisognerà aspettare un po', nel frattempo consola sapere che si tratta di una scelta di gran lunga più economica risppetto al tradizionale sfalcio, che poteva costare fino a 50.000 euro all'anno e risolveva solo parzialmente il problema. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Tamponamento alla galleria di Martignano, code in tangenziale

  • Meteo

    Meteo: previsioni per il 25 aprile, dopo un weekend da record

  • Cronaca

    Proteste per il taglio degli alberi in viale Trento, il Comune pubblica le foto: "Ecco com'erano dentro"

  • Politica

    Vigili del Fuoco: in 4 anni 10 milioni di euro per ristrutturare 62 caserme

I più letti della settimana

  • Incidente in tangenziale: elisoccorso sul posto, traffico bloccato

  • Weekend 20/22 aprile: ecco cosa fare a Trento e dintorni

  • Nomi e cognomi trentini di inizio secolo: 6000 Ferrari ed uno Yang

  • Scossa di terremoto nel Trentino occidentale, epicentro a Storo

  • Preso a bastonate dai colleghi di lavoro, denunciati per aggressione

  • Preghena, tragico incidente con la stufa: Bruna Alessandri morta a causa delle ustioni

Torna su
TrentoToday è in caricamento