Ruba carte di credito sui treni e "incassa" nelle sale Bingo: borseggiatore arrestato

Specializzato nel furto con destrezza sui treni, preso dopo sei mesi di indagini: spendeva fino al limite massimo consentito in boutique e sale bingo

foto: Veronasera.it

Borseggiatore "professionista" arrestato dal Compartimento di Polizia Ferroviaria di Verona e del Trentino Alto-Adige: ci sarebbe la sua mano, particolarmente allenata, dietro a svariati furti messi a segno sui treni ad alta velocità della linea Venezia-Milano e Verona-Brennero. Il malvivente, cinquantenne napoletano, era specializzato nel furto con destrezza di borse  e portafogli sui treni. 

Secondo quanto riporta il quotidiano online Veronasera.it l'uomo utilizzava le carte di credito rubate fino al massimo consentito in profumerie  e boutique ma non si limitava a questo: ottimizzava poi il guadagno acquistando giocate di ingente valore nelle sale bingo per poi utilizzarle solo in parte  e farsi rimborsare il resto in contanti.

Ogni colpo poteva fruttare fino a 2000 euro.  Il borseggiatore seriale è stato preso dopo sei mesi di indagini, con riscontri nelle tre regioni coinvolte e la visione di ore ed ore di filmati delle videocamere di sorveglianza dei negozi e delle sale bingo in cui si recava per "incassare" all'insaputa delle vittime che si accorgevano del furto solamente dopo aver  ricevuto l'sms di utilizzo della carta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croce Bianca di Trento piange Silvio Maestrelli: la triste scomparsa del ragazzo

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • La leggenda di Santa Lucia, "collega" di Babbo Natale

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

Torna su
TrentoToday è in caricamento