Ladro "seriale" di elemosina arrestato al santuario di San Romedio

Sarebbe l'autore di una serie di furti di offerte in chiesa, l'ultimo l'altroieri a Caorle dove è fuggito con 500 euro in tasca: una lunga serie che si è conclusa ieri in Val di Non

foto: commons.wikimedia

Si era specializzato in furti di offerte da chiese e luoghi sacri il ladro colto in flagrante nel santuario di San Romedio ieri pomeriggio, bloccato all'uscita con in tasca 69 euro in moneta. Il giorno prima aveva compiuto la stessa operazione in una chiesa di Caorle fuggendo con un bottino di ben 500 euro e sarebbe responsabile di una lunga serie di furti di questo tipo. Una serie che si è conclusa, si spera, ieri in Val di Non dove i carabinieri lo hanno colto sul fatto. A chiamare il 112 è stata un'impiegata del santuario che ha notato il ladro in azione attraverso le immagini delle telecamere di sorveglianza della cappella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il ladro è un cittadino portoghese di 37 anni e, come detto, non sarebbe affatto uno sprovveduto: aveva con se dei "ferri del mestiere" costruiti all'uopo, con parti di metallo flessibili, spago, nastro biadesivo e forbici. Nel cestino dei rifiuti del giardino esterno i militari avrebbero trovato anche un pacchetto di sigarette contenente alcuni pezzi di metallo usati per altri furti, gettati perchè ormai usurati e non più adatti allo scopo. Il 37enne è stato arrestato, era già stato colpito da un provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale emesso dalla Prefettura di Bolzano in scadenza tra quattro giorni. Dovrà dunque lasciare l'Italia, non prima di essere processato per direttissima oggi a Trento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Limiti di velocità solo per le moto sulle strade di montagna

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento