Scurelle, visita gratuita agli occhi per venti bambini bielorussi

La cooperativa sociale Irifor, grazie all'unità mobile oftalmica, ha donato una visita oculistica gratuita a venti bambini di origine bielorussa, in Trentino tramite l'associazione Aiutiamoli a Vivere

Martedì 17 luglio, a Scurelle in Valsugana, la cooperativa sociale Irifor del Trentino Onlus, grazie all’unità mobile oftalmica, ha donato una visita oculistica gratuita a venti bambini di origine bielorussa, in Trentino tramite  l’associazione Aiutiamoli a Vivere che organizza loro ogni anno un periodo di permanenza di un paio di mesi presso le famiglie trentine. Si è trattato di un bel gesto di solidarietà da parte di questa realtà trentina che, itinerante sul territorio provinciale, propone un capillare progetto di prevenzione visiva a favore della popolazione.  Un’occasione unica per questi bambini che hanno potuto usufruire di questo utile dono. Solo per quattro di loro ci sarà bisogno degli occhiali. Il presidente della cooperativa sociale Irifor del Trentino, Ferdinando Ceccato, si ritiene molto soddisfatto dell’iniziativa e assicura che l’unità mobile oftalmica, visti i successi anche delle altre uscite sul territorio, continuerà il proprio percorso anche nei prossimi mesi con vari appuntamenti in provincia.

 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento