Zivignago, distillano in casa: intossicati nonno e nipote

Il fuoco sotto all'alambicco ha esaurito l'ossigeno nellla stanza, trasportati d'urgenza al S. Chiara un uomo di 86 annni e la nipote di 24

Volevano produrre alcol in casa ma la distillazione ha ben presto esaurito l'ossigeno nella stanza. Una situazione pericolosa, oltre che illegale, per un pensionato di Zivignago e la nipote 24enne. I due si sono sentiti male, e qualcuno, forse la nipote, ha chiamato il 118. Sono stati trasportati d'urgenza all'ospedale  di Trento per una sospetta intossicazione. Insieme alle ambulanze sono però arrivati anche i carabinieri, che hanno segnalato all'Autorità giudiziaria l'accaduto, trattandosi comunnque di distillazione illegale, e nemmeno inmodeste quantità, visto che i due si servivano di un alambicco domestico parzialmente interrato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

Torna su
TrentoToday è in caricamento