Zivignago, distillano in casa: intossicati nonno e nipote

Il fuoco sotto all'alambicco ha esaurito l'ossigeno nellla stanza, trasportati d'urgenza al S. Chiara un uomo di 86 annni e la nipote di 24

Volevano produrre alcol in casa ma la distillazione ha ben presto esaurito l'ossigeno nella stanza. Una situazione pericolosa, oltre che illegale, per un pensionato di Zivignago e la nipote 24enne. I due si sono sentiti male, e qualcuno, forse la nipote, ha chiamato il 118. Sono stati trasportati d'urgenza all'ospedale  di Trento per una sospetta intossicazione. Insieme alle ambulanze sono però arrivati anche i carabinieri, che hanno segnalato all'Autorità giudiziaria l'accaduto, trattandosi comunnque di distillazione illegale, e nemmeno inmodeste quantità, visto che i due si servivano di un alambicco domestico parzialmente interrato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

Torna su
TrentoToday è in caricamento