Insultano gli abitanti di Aldeno su Wikipedia: denunciati tre studenti

Il 29 agosto sindaco di Aldeno aveva sporto denuncia perché qualcuno aveva modificato la voce del paese su Wikipedia chiamando gli abitanti della località con l'appellativo "merde"

La vicenda risale al 29 agosto scorso: Il sindaco di Aldeno Emiliano Beozzo aveva sporto denuncia contro ignoti perché qualcuno aveva modificato la voce del paese trentino su Wikipedia chiamando gli abitanti della località con l'appellativo "merde" La modifica è stata fatta fatta tramite la rete del' Università degli studi di Trento, quindi è stato facile per i carabinieri risalire agli autori del fattaccio.

"Una ragazzata, abbiamo scelto Aldeno a caso". Così si giustificano i tre studenti in merito alla loro goliardata, chiedendo al sindaco - con il quale hanno già preso appuntamento e al quale sono pronti a porgere le loro più sentite scuse- di ritirare la querela. " Dipendesse solo da me sì" ha sentenziato il primo cittadino, il problema è che "quanto è successo ha fatto arrabbiare 3064 abitanti, prima li voglio vedere in faccia". Ai posteri l'ardua sentenza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Giornalista trentino gravemente ferito nell'attentato di Strasburgo

  • Cronaca

    Strasburgo, il giovane trentino ferito nell'attentato non sarebbe in condizioni gravi

  • Attualità

    Richiedenti asilo: stop a corsi di lingua, cultura e sostegno psicologico

  • Cronaca

    Controlli su reddito degli inquilini Itea: ecco l'accordo con la Guardia di Finanza

I più letti della settimana

  • Fiera di Santa Lucia a Trento: oltre 400 bancarelle in centro storico

  • Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser al Capodanno di Carisolo

  • Con lo scooter contro l'isola spartitraffico: gravissimo 56enne

  • Treno diretto Trento-Bolzano-Innsbruck dal 9 dicembre

  • Due bar di paese cercano gestori: asta pubblica aperta a chiunque

  • Trova per strada una busta con i soldi: "Ecco la tua borsa di studio". Appello per ritrovare la ragazza

Torna su
TrentoToday è in caricamento