Insegnanti, 153 posti disponibili con il corso di formazione annuale

Il Ministero ha dato il via libera al Tirocinio Formativo Attivo: un corso post laurea magistrale, della durata di un anno, per l'abilitazione all'insegnamento nella scuola secondaria di primo o di secondo grado

 È finita l'attesa per gli aspiranti insegnanti. Il Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca ha infatti dato il via libera a livello nazionale all'istituzione del nuovo Tirocinio Formativo Attivo (TFA): un corso universitario post laurea magistrale, della durata di un anno, che consentirà di acquisire l'abilitazione all'insegnamento nella scuola secondaria di primo o di secondo grado.

Per il primo anno di attivazione sono previsti 153 posti complessivi per i laureati del vecchio ordinamento e per i candidati in possesso di laurea specialistica o laurea magistrale. I posti sono suddivisi per area disciplinare.
 
Il corso porta all'acquisizione di 60 crediti formativi universitari e si conclude con un esame finale che abilita all'insegnamento delle discipline comprese nella classe di concorso alla quale si riferisce il percorso annuale di formazione. 
 
L'accesso è a numero programmato ed è determinato annualmente dalle Università, secondo le specifiche indicazioni adottate dal Miur, sulla base della programmazione regionale degli organici e del conseguente fabbisogno di personale insegnante nelle scuole statali.
 
Cuore dei nuovi tirocini sarà, per l'Università di Trento, la Facoltà di Scienze cognitive che li programmerà in collaborazione con le facoltà di Lettere e Filosofia e di Scienze matematiche, fisiche e naturali.
 
Per il primo anno di avvio all'Università di Trento è prevista l'attivazione di 16 percorsi di TFA per 153 posti complessivi a numero programmato articolati nelle seguenti classi di abilitazione: 3 posti a Filosofia, psicologia e scienze dell'educazione; 3 posti a Filosofia e storia; 23 posti per italiano, storia e geografia nella scuola secondaria di primo grado; 15 posti per materie letterarie negli istituti di istruzione secondaria di secondo grado; 10 posti per inglese e 8 per il tedesco; altri 15 posti per l'insegnamento di lingue e civiltà straniere in inglese e 10 per tedesco. Inoltre 10 posti per materie letterarie e latino nei licei e nell'ex istituto magistrale; 3 posti per materie letterarie, latino e greco nei licei classici; 10 posti per chimica, 3 per fisica; 5 posti per matematica e altri 5 posti per l'insegnamento di fisica e matematica; 25 posti per matematica e scienze nella scuola secondaria di I grado, 5 posti per scienze naturali, chimica e geografia, microbiologia.
 
I bandi di ammissione saranno emanati dalle Università indicativamente all'inizio di aprile e l'avvio delle prove di ammissione è previsto nel mese di giugno. Per accedere al TFA è necessario superare la prova di accesso: un test preliminare predisposto dal Miur; una prova scritta predisposta da ciascuna università; una prova orale a cura di ciascuna università.
 
La graduatoria degli ammessi al TFA è formata dai punteggi conseguiti dai candidati che hanno superato il test preliminare, la prova scritta e la prova orale, sommati al punteggio attribuito all'esito della valutazione dei titoli (voto esame di laurea, media degli esami, servizio di insegnamento pregresso, dottorato di ricerca, eccetera).
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

Torna su
TrentoToday è in caricamento