Rimase cieco dopo l'incidente, ora chiede 6 milioni di euro

Per l'incidente vi è una procedimento penale nei confronti del committente e di un elettricista del cantiere, dove l'uomo venne colpito da una scarica elettrica che gli aveva causato un arresto cardiocircolatorio

Un idraulico di Varena rimase cieco dopo un incidente sul lavoro in un cantiere di ristrutturazione di un immobile a Cavalese, nel luglio 2007. Come risarcimento chiede ora 6 milioni di euro per sè e per la moglie.  Per l'incidente vi è una procedimento penale nei confronti del committente e di un elettricista del cantiere, dove l'uomo venne colpito da una scarica elettrica che lo aveva fatto cadere a terra causandogli un arresto cardiocircolatorio da folgorazione. Tramite l'assicurazione dell'elettricista, l'idraulico rimasto menomato potrà per ora ottenere 750 mila euro: una cifra consistente ma ben lontana dalla richiesta di 6 milioni di euro. Sul fronte risarcitorio sarà probabilmente sul terreno civile (più che penale) che si sbloccherà la situazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Torna l'obbligo di pneumatici invernali

  • Auto contromano: il camion si mette in mezzo ed evita la tragedia

  • Trento, bicicletta centrata da un'auto: donna molto grave

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

  • Cosa fare nel weekend: tutti gli eventi

Torna su
TrentoToday è in caricamento