"Chiede il part time per accudire la figlia malata, l'ospedale rifiuta"

L'assessore alla salute Stefania Segnana interviene sulla vicenda con una nota: "Ho chiesto all'Azienda sanitaria provinciale di fare le opportune verifiche"

L'ospedale di Rovereto

Un’infermiera dell'ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto avrebbe chiesto, senza ottenerlo, il part time per poter avere il tempo di accudire la figlia con disturbi dell'apprendimento. La vicenda, riportata oggi sul quotidiano locale 'Trentino', ha portato all'intervento dell'assessore alla salute, Stefania Segnana, che interviene con una nota. "Ho chiesto all'Azienda sanitaria provinciale di fare le opportune verifiche – dice l’assessore Segnana - perché credo sia doveroso, in casi come quello descritto, attivarsi per venire incontro alle esigenze della famiglia. È assolutamente necessario che le istituzioni e l’Azienda pongano la giusta attenzione a situazioni particolari come questa".

Potrebbe interessarti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Coppia di 40enni trentini nuda in un campo per fare sesso: multata

  • Incidenti, pauroso schianto moto-camper: motociclista portato via in elicottero

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Cosa fare Ferragosto: cultura, musica e buona cucina

  • Tamponamento a catena: in sette all'ospedale compresi due bimbi

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

Torna su
TrentoToday è in caricamento