Nas nelle Case di Risposo: acquisita la documentazione sui decessi Covid

Nas in 13 Rsa trentine, quelle con più decessi. Proseguono le indagini delle Procure di Trento e Rovereto

Carabinieri dei Nas in tredici case di riposo trentine, per acquisire tutta la documentazione relativa alle procedure utilizzate durante l'emergenza coronavirus. Sono due le inchieste, parallele, aperte dalle procure di Trento e di Rovereto per fare luce sui decessi nelle Rsa: circa 300 delle 448 vittime del virus in Trentino sono infatti ospiti delle case di riposo. Il totale dei morti in Rsa da inizio marzo, però, è più di 600. In molti casi le cause ufficiali sono altre e non si è dunque effettuato un accertamento sul contagio. L'ipotesi di reato, per il momento a carico di ignoti, è di epidemia colposta. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti, schianto violentissimo con un cervo: morto motociclista

  • Frecce Tricolori sui cieli di Trento: ecco quando vederle

  • Con il furgone contro una corriera: muore sul colpo

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • Azienda trentina brevetta una macchina che produce 70.000 mascherine al giorno

Torna su
TrentoToday è in caricamento