Polizia locale, interventi su 142 incidenti stradali in due mesi

In 55 occasioni le persone coinvolte negli incidenti hanno subìto lesioni fisiche, di varia gravità, che hanno richiesto cure mediche

Nei mesi di novembre e dicembre 2018 agenti del Corpo di Polizia Locale di Trento – Monte Bondone sono intervenuti su 142 incidenti stradali avvenuti nel territorio della gestione comunale associata, soccorrendo le persone coinvolte, gestendo la viabilità ed effettuando i rilievi di legge. In 55 occasioni le persone coinvolte negli incidenti hanno subìto lesioni fisiche, di varia gravità, che hanno richiesto cure mediche. Questi alcuni dati relativi all'attività degli operatori a novembre e dicembre 2018, diffusi oggi dal Comune. I numeri raccontano anche di sei conducenti fermati per guida sotto l'influenza dell'alcool con valori quasi sempre superiori a 2,00 g/l (la soglia di legge è 0,5).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In quattro occasioni, invece, l'incidente si è concretizzato in un'uscita di strada autonoma per la perdita del controllo del veicolo e non ha quindi coinvolto altre persone; nei rimanenti casi si è trattato di scontri frontali o tamponamenti di altri veicoli. Altri due conducenti sono stati segnalati all'Autorità Giudiziaria per la violazione dell'art. 590 bis del Codice Penale (Lesioni personali stradali gravi o gravissime) in quanto, a causa di violazioni commesse durante la guida, hanno provocato lesioni fisiche superiori a 40 giorni di prognosi ad altra persona coinvolta nel sinistro: in entrambi i casi si è trattato dell'investimento di un pedone. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Morto dopo essere guarito dal coronavirus: il caso di Lucjan, 28enne della Val di Fassa

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

  • Mattia, 29 anni, ricoverato a Rovereto: "Manca il fiato, è come andare sott'acqua"

  • Contagi e decessi stabili, Fugatti: "I trentini mi hanno deluso, escono e non rispettano le regole"

Torna su
TrentoToday è in caricamento