Investito da un'auto pirata mentre andava a trovare la sorella in bici: morto Riccardo Ferrari

L'incidente mortale a Rovigo nel pomeriggio di venerdì. Il pirata è stato subito identificato dai carabinieri grazie al sistema di videosorveglianza

Immagine repertorio

Stava tornando a casa in bicicletta dopo aver fatto visita a sua sorella, quando è stato investito e ucciso da un'auto pirata. L'incidente mortale è avvenuto nella prima mattinata di venerdì 7 maggio a Rovigo. A morire Riccardo Ferrari, un 75enne originario di Avio.

L'auto pirata

Secondo le prime ricostruzioni, la vittima, amante della bicicletta, aveva fatto visita alla sorella a Rimini e si era poi messo in viaggio per rientrare in Trentino. Al momento dell'incidente il 75enne si trovava sulla strada regionale 88, tra Badia Polesine e Lendinara.

Ad investirlo un 31enne, che dopo la fuga è stato rintracciato e arrestato dai carabinieri di Rovigo grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza. Il pirata, D.Z., potrebbe dover rispondere di omicidio stradale aggravato dalla fuga. Secondo i militari, infatti, dopo aver travolto il ciclista si è allontanato senza prestare soccorso, si è fermato dopo alcune centinaia di metri per recuperare alcuni pezzi del paraurti, danneggiato dopo l'impatto, ed è poi tornato a casa.

   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

Torna su
TrentoToday è in caricamento