Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Alla guida dell'auto che ha investito i tre torinesi c'era un trentino. Sembra che i ragazzi stessero cambiando una ruota, fermi sul ciglio della superstrada

foto: Verona Sera

Tragedia nel Basso Garda, dove tre ragazzi torinesi, in vacanza sul lago, sono stati travolti da un'auto. Uno di loro è ricoverato in gravissime condizioni all'ospedale Borgo Trento di Verona mentre per gli altri due, purtroppo, non c'è stato niente da fare. 

Chi sono i tre ragazzi torinesi investiti

Il tragico incidente è avvenuto sulla strada regionale 450, la "superstrada" che collega Affi a Peschiera, all'altezza di Calmasino. Alla guida dell'auto che ha investito i tre c'era un trentino, classe 1955, fermato dai Carabinieri della stazione di Bardolino per accertamenti. Le accuse sono di duplice omicidio stradale e lesioni gravissime

Leggi la notizia su VeronaSera.it, clicca qui...

Secondo una prima ricostruzione dei fatti i tre stavano cambiando una ruota alla loro auto. Si trovavano dunque sul ciglio della strada, accanto al veicolo, quando l'auto guidata dal trentino li ha centrati in pieno. Immediate le operazioni di soccorso: inutili, purtroppo, i tentativi di rianimare due ragazzi, mentre il terzo è stato trasportato in elicottero a Verona. 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Orso: dopo le api questa volta la vittima è una mucca, uccisa a passo Oclini

Torna su
TrentoToday è in caricamento