Controlli sui passi dolomitici, tre incidenti in moto nella mattinata

Polizia Locale e carabinieri con controlli mirati sulle strade di montagna, si registrano purtroppo tre incidenti

Polizia Locale Madonna di Campiglio a passo Campo carlo Magno

Controlli sulle strade trentine dopo gli incidenti motociclistici, di cui purtroppo sette mortali, delle scorse settimane. Nel weekend le varie sezioni di polizia locale hanno intensificato i controlli sulle strade, in particolar modo le strade panoramiche che portano ai passi dolomitici, meta di tanti appassionati delle due ruote.

Nei giorni scorsi la stazione dei carabinieri di Imer, in Primiero, ha annunciato la dotazione di due moto dell'Arma per controlli mirati mentre la Provincia sta pensando al limite dei 60 km/h sui passi delle Dolomiti. Nella sola mattinata di domenica 23 giugno si sono verificati quattro incidenti motociclistici, di cui tre gravi: il primo in Primiero, a Siror, dove sono rimasti feriti in maniera grave due uomini di 32 e 58 anni.

Il secondo sulla strada della Mendola, in Val di Non: vittime una donna 50enne ed un uomo di 41 anni. Il terzo incidente è avvenuto sulla strada che porta al  lago di lagolo, sul monte Bondone. In questo caso è intervenutoo l'elisoccorso, che ha trasportato all'ospedale di Trento un motociclista, di cui non sono ancora note le generalità nè le condizioni cliniche.

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Pasubio: finalmente riaperta la Strada delle 52 gallerie

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

Torna su
TrentoToday è in caricamento