Investito dal furgone, muore 18 mesi dopo all'ospedale S. Chiara

Francesco Gadotti han lottato tra la vita e la morte dal 22 novembre 2017, quando fu investito sulla statale tra Arco e Riva

Attraversava la statale tra Arco e Riva, quando è stato investito da un camioncino. Era il 22 novembre del 2017. Da allora Francesco Gadotti ha lottato tra la vita e la morte all'ospedale Santa Chiara, dove è spirato nella giornata di lunedì 6 maggio 2019, un anno e mezzo dopo l'incidente.

Il quarantenne, originario di Tesero e residente a Riva del Garda, non ce l'ha fatta. Lascia due bimbe piccole e la moglie, che lo ha visto resistere in questi lunghi 18 mesi. Gadotti era arrivato all'ospedale di Trento in condizioni disperate, trasportato dall'elicottero del 118 dopo l'impatto violentissimo. Si stava recando al lavoro, alla sede dell'Arcese, quando è stato investito dal veicolo commerciale, su una strada che specialmente al mattino è molto trafficata. Purtroppo, a 18 mesi di distanza dall'accaduto, l'incidente si è rivelato fatale.

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Sciopero generale dei trasporti il 24 luglio: tutte le info

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Dramma in A22: operaio investito da un'auto, gravissimo

Torna su
TrentoToday è in caricamento