Taio, giovane guardia forestale perde la vita nell'incidente

Daniele Asson, guardia forestale di 35 anni, morto nello schianto frontale. Altre due persone sono gravemente ferite

foto da Facebook

E' Daniele Asson, 35enne di Don, guardia forestale, la vittima del terribile incidente avvenuto all'alba di venerdì 31 gennaio sull'Altopiano della Predaia. Le due auto si sono scontrate frontalmente sulla statale 43 poco prima della galleria dei Molini, alle porte dell'abitato di Taio. La dinamica è attualmente al vaglio dei Carabinieri della Compagnia di Cles. 

"Daniele, un ragazzo d'oro". Il ricordo commosso del sindaco

Appassionato naturalista, come si può vedere dalle meravigliose foto di paesaggi e di animali sul suo profilo Facebook, profondamente legato alla sua terra. Daniele era un dipendente del Servizio Foreste e Fauna della Provincia autonoma di Trento, esperto di lupi ed orsi e curatore del Rapporto Grandi Carnivori. Questa mattina si stava recando in città, al lavoro, insieme ad un amico, vigile del fuoco, ora ricoverato a Cles.

L'impatto è stato molto violento. Inutile, purtroppo, l'intervento del medico rianimatore arrivato sul posto in elicottero. Gravemente ferito l'uomo, 42enne, alla guida dell'altra auto, ora ricoverato all'ospedale di Trento. Il 36enne che viaggiava insieme a Daniele, con lesioni meno gravi, è stato trasportato al vicino ospedale di Cles. L'incidente lascia un vuoto incolmabile nella comunità di Don-Amblar, dove Daniele era vigile del fuoco volotario ed assessore alle Foreste.

"Oggi in un tragico incidente è mancato Daniele Asson - hanno commentato gli amministratori e moderatori del gruppo Fiemme e Fassa il ritorno del lupo - un giovane forestale che noi amministratori  incontravamo spesso alle serate sui grandi carnivori. L'ultima volta è stato ad Ala poco tempo fa, dove Daniele ha fatto da relatore davanti ad una sala gremita di persone, tutte attente ad ascoltarlo. Vogliono essere vicini alla famiglia, in questo momento tragico".

"Ciao Daniele che la terra ti sia lieve - ha aggiunto l'amministratore del gruppo Paolo Scarian -. Con Daniele ci siamo visti spesso alle serate informative sul lupo, era una persona attenta e molto pacata nel parlare. Ogni volta cercavo il suo volto fra i forestali  presenti in sala e lui sempre seduto a lato del pubblico era lì assieme ai suoi collaboratori. Un saluto con la mano ed un sorriso, questo ricorderò  di lui".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento