Guasto ai freni: pullman fuori strada alla Mendola, morto l'autista

Secondo una prima ricostruzione, il mezzo stava scendendo dal passo della Mendola quando l'autista, accortosi del guasto, ha tentato una manovra disperata per evitare danni maggiori ai passeggeri

È quasi certamente dovuto ad un guasto ai freni l'incidente in cui è rimasto coinvolto ieri sera un pullman carico di turisti della Repubblica Ceca uscito fuori strada tra Sarnonico e Cavareno, in Alta Val di Non, in Trentino, provocando la morte dell'autista e il ferimento di tutti i 34 passeggeri. Secondo una prima ricostruzione, il mezzo stava scendendo dal passo della Mendola quando l'autista, accortosi del guasto, ha tentato una manovra disperata per evitare danni maggiori ai passeggeri ed è riuscito a far finire la corsa del pullman sul dosso di un prato. Nell'impatto l'uomo, Karel Struzka, di  61 anni di Pavlikov, è stato sbalzato dal mezzo ed è morto sul colpo. Nessuno dei turisti, trasportati nei vari ospedali della regione, è rimasto ferito in modo grave. La comitiva ceca era in vacanza in un albergo dell'alta Val di Non. Oggi sono state dimesse le prime persone rimaste ferite nell’incidente di ieri. Il mezzo è stato invece posto sotto sequestro

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Contagi stabili, positivo un tampone su 10. Mascherine: "Ci vuole tempo perchè le sigilliamo"

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

Torna su
TrentoToday è in caricamento