Auto in fiamme, Berti non ce l'ha fatta

Troppo gravi le ustioni riportate nel terribile scontro avvenuto a Panchià il 5 settembre. L'auto dell'imprenditore trentino si era scontrata con un motociclista tedesco, che aveva perso la vita sul colpo

A due settimane dal terribile incidente lungo la strada della Val di Fiemme il cuore di Andrea Berti ha smesso di battere. Troppo gravi le ustioni riportate nel terribile scontro avvenuto a Panchià. L'auto dell'imprenditore trentino si era scontrata con un motociclista tedesco, che aveva perso la vita sul colpo.

Il mezzo di Berti, così come la moto del centauro hanno preso fuoco, schiantandosi a bordo strada. Inutile, purtroppo, l'intervento dell'elisoccorso levatosi in volo da Trento.

Andrea Berti era stato immediatamente ricoverato presso l'ospedale di Genova, specializzato nella cura delle ustioni gravi. Il 43enne, imprenditore del legno, viveva a Cavalese: lascia due figli piccoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Le sardine riempiono piazza Duomo a Trento

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

Torna su
TrentoToday è in caricamento