Fugge dopo l'incidente con lo scooter lasciando a terra una ragazza ferita, arrestato

La notte del 28 gennaio è finito contro un albero con il motorino, la ragazza che viaggiava con lui è stata sbalzata a terra ma lui è fuggito. Ora dovrà rispondere davanti al Giudice

E' stato identificato ed arrestato il conducente dello scooter schiantatosi contro un albero in via Torre Vanga la notte del 28 gennaio. La ragazza che viaggiava con lui, sbalzata dal  ciclomotore, è ancora in prognosi riservata all'ospedale S. Chiara. La notte dell'incidente le ambulanze arrivate sul posto trovarono solamente la ragazza, accasciata a terra, ma del ragazzo nessuna traccia.

Il 22enne, cittadino tunisino e con vari precedenti, è stato intercettato ieri sera in piazza Dante. Accusato di aver preso parte ad una rissa presso lo stesso parco nel giugno scorso, è stato invitato a presentarsi in caserma. E' stato proprio durante l'interrogatorio per questo secondo fatto che il giovane ha confessato di essere stato alla guida dello scooter.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'accusa più grave è quella di essere fuggito lasciando a terra la ragazza. Sarà processato per direttissima per lesioni personali a seguito di violazione del Codice della Strada e per omissione di soccorso. Inoltre gli è stata comminata una sanzione per guida senza patente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento