Perdono al gioco e si "vendicano" lanciando una molotov contro la sala slot

Una "vendetta", questo il movente dell'attentato incendiario verificatosi la notte del 31 ottobre: lo hanno raccontato loro stessi ai carabinieri, presentandosi spontaneamente al comando

Avevano perso una somma considerevole alle slot machine, ed hanno pensato di "vendicarsi" la sera stessa lanciando una molotov contro lla sala giochi. E' questa la ricostruzione del Nucleo Operativo dei Carabinieri di Trento relativa a quanto avvenuto nella notte di sabato scorso a Rovereto. I due si sono presentati spontaneamente in caserma ed hannno ammesso le proprie responsabilità, spiegando il movente. Si trattta di due giovani, di 25 e 29 anni, residenti fuori regione, che si trovano in Trentino per lavoro. I due avrebbero lanciato una bottiglia incendiaria dal finestrino di un'auto in corsa  contro una delle vetrina della sala slot di via del Garda. 
 

Potrebbe interessarti

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Moto, controlli della Polizia Locale: sorpreso in paese a 100 km/h

  • Mandrea Festival: i carabinieri controllano anche la Cannabis Light

I più letti della settimana

  • Disperso nel lago di Garda, torna all'albergo dopo tre giorni

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • L'orso M49 è sulla Marzola, la montagna sopra Trento

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

Torna su
TrentoToday è in caricamento