Due case date alle fiamme in Val dei Mocheni. Il sindaco mette le foto su facebook:"Ti prego fermati"

Terzo caso in una settimana, quasi certo il dolo. Il sindaco: "Una mente malvagia, che spero abbia goduto abbastanza". Evacuate le famiglie, notte di lavoro per i pompieri

Il fienile in fiamme, foto del sindaco Stefano Moltrer

Un devastante incendio ha distrutto due abitazioni a Palù del Fersina, nella frazione Lenzi. Le fiamme sono scaturite nella notte tra martedì 8 e mercoledì 9 gennaio, e sono di chiara origine dolosa. Si tratta del terzo caso in una settimana. Le scorse volte però furono presi di mira fienili e legnaie, mai abitazioni.

All'interno delle case qualcuno era già andato a dormire. Questa volta è stata sfiorata la tragedia. Fortunatamente nessuna persona è rimasta coinvolta nell'incendio. Non si contano i danni alle due abitazioni, gravemente compromesse, mentre una terza struttura, un fienile, è stata completamente carbonizzata.

I Vigili del Fuoco sono intervenuti per spegnere le fiamme, attorno alle 11 quando la telefonata è arrivata alla centrale. L'intervento si è concluso all'alba. I residenti delle due case sono stati evacuati ed hanno passato la notte fuori casa.

Esasperato il sindaco Stefano Moltrer, che ha partecipato alle operazioni di soccorso per tutta la notte e poi ha deciso di pubblicare su facebook le impressionanti immagini del rogo, seguite dall'appello al piromane: "Ti prego fermati! Se il dolo si confermasse, la mente è davvero malvagia dietro a tutto ciò e spero si sia sfogata abbastanza e abbia a suo modo goduto a sufficienza".

"Tre casi in una settimana - ricorda il sindaco rompendo il silenzio sui social network - Penso a quello che poteva succedere anche questa volta, a quello che è successo: danni ingenti, grande pericolo per quelli che già dormivano, grande pericolo per quelli che stanno ancora lavorando per bonificare quello che resta. Per fortuna danni solo a cose materiali ma poteva andare molto peggio". 

Potrebbe interessarti

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • A22 da "bollino nero": code da Bressanone ad Affi

I più letti della settimana

  • Jovanotti arriva a Plan De Corones: "Il concerto deve finire alle 20.30, venite presto"

  • Enorme masso cade sulla strada del passo Gavia: foto impressionanti

  • Jovanotti a Plan De Corones: la pioggia non ferma la festa

  • Fermati con 33 chili di funghi nell'auto: multa da 1.000 euro per quattro turisti

  • Jovanotti a Plan De Corones, la Provincia vieta di andarci a piedi o in bici

  • Prende a martellate marito e figlia poi telefona alla Polizia: "Li ho uccisi io"

Torna su
TrentoToday è in caricamento