Incendio in val di Sole, in fiamme un gruppo di case a Deggiano

Il rogo è scoppiato lunedì mattina poco prima delle cinque nella frazione di Commezzadura. Due edifici sono andati distrutti, la causa potrebbe essere un corto circuito

Ancora da chiarire le origini dell’incendio divampato oggi all’alba in Val di Sole. In fiamme sei edifici a Deggiano, frazione di Commezzadura che conta poco più di un centinaio di abitanti. Dalle prime informazioni non ci sarebbero feriti e tre delle case bruciate erano disabitate. Nessuna persona è rimasta ferita, dodici gli evacuati. Secondo le prime informazioni almeno due degli edifici coinvolti nell'incendio sono andati distrutti, mentre gli altri sono stati parzialmente danneggiati. Tutti gli edifici coinvolti, tre prime case in cui vivono dodici persone e tre seconde case per la villeggiatura, sono stati dichiarati inagibili e i danni sono ingenti. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco volontari da tutta la zona, circa 200 persone, allertati poco prima delle 5 di questa mattina. Le persone che sono state costrette dall'incendio a lasciare la loro abitazione saranno ospitate da parenti e nelle strutture messe a disposizione dal Comune. Le cause, ancora in fase di verifica, sarebbero da ricercare in un corto circuito che ha poi innsecato le fiamme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

Torna su
TrentoToday è in caricamento