Linfano, incendio nella casa del campione Renato Dionisi

Le fiamme si sono sviluppate all'ultimo piano, quando in casa non c'era nessuno. Distrutto il tetto, danni ingenti alle stanze

Il tetto della casa di Dionisi,completamente distrutto dalle fiamme

Un devastante incendio, scoppiato nella serata di lunedì 11 marzo ad Arco, ha completamente distrutto il tetto della casa di Renato Dionisi, olimpionico di salto con l'asta negli anni '60, residente a Linfano. Sull'episodio faranno chiarezza i tecnici dei Vigili del Fuoco, ma si pensa ad un malfunzionamento della canna fumaria. L'abitazione in quel momento era vuota.

Le fiamme sono divampate nel sottotetto, dove hanno danneggiato gravemente alcuni locali, per poi divorare il tetto, costruito in gran parte in legno. I Vigili del Fuoco di Arco si sono precipitati sul posto ed hanno domato le fiamme. I danni sono ingenti. Il campione arcense ha trovato ospitalità da amici a Riva del Garda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

  • Coronavirus: chiuse scuole, asili e Università

Torna su
TrentoToday è in caricamento