Guardia medica non si presenta al lavoro: denunciato per interruzione di servizio

Conseguenze non solo lavorative per la Guardia medica di Primiero: il dottore è stato denunciato dai Carabinieri

Non presentarsi al lavoro potrebbe costare caro al medico, denunciato dai Caravbinieri del Primiero, per interruzione di pubblico servizio. Il medico in questione ricopre infatti il ruolo di Guardia medica. Il fsatto risale ad una notte di marzo: alcuni pazienti si sono presentati alla porta dell'ambulatorio per un'emergenza. Dopo aver inutilmente suonato il campanello, senza ottenere risposta, sono riusciti ad attirare l'attenzione di alcune infermiere del turno di notte che li hanno accolti al Pronto Soccorso.

Accertato che la Guardia medica fosse assente le infermiere, su direttiva della Centrale operativa di Trentino Emergenza hanno affisso un cartello che invitava l'utenza a rivolgersi al Pronto Soccorso o direttamente al 118. Una vicenda che ha però attirato anche l'attenzione dei Carabinieri i quali, svolti gli opportuni approfondimenti, hanno denunciato la Guardia medica latitante per il reato di interruzione di pubblico servizio.

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

I più letti della settimana

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Strani rumori in giardino: esce a controllare e si ritrova davanti l'orso

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

Torna su
TrentoToday è in caricamento