Graffiti: molte segnalazioni, poche rimozioni. Il servizio si paga e i trentini non ci stanno

Da settembre ad oggi sono arrivate al Comune 37 segnalazioni, ma il servizio prevede un pagamento forfettario di 155 euro. Risultato: solamente 4 segnalazioni di privati si sono concluse con l'effettiva rimozione

foto: https://www.flickr.com/photos/garryknight/11861626494

Trentini pronti a segnalare il degrado, ma quando si tratta di mettere mano al portafogli si ingrana la retromarcia. Forse il servizio "anti-graffiti" lanciato a settembre dal Comune (clicca qui)  è stato interpretato come un serizio gratuitoma non è così: in cinque mesi sono arrivate 37 segnalazioni, ai privati che chiedevano la rimozione delle scritte sui muri degli edifici di proprietà è stato inviato l'apposito modulo, compreso il bollettino per  il versamento della quota, ovvero 155 euro. Risultato: solamente 4 segnalazioni, su 22 riguardanti edifici privati, si sono concluse con l'effettiva rimozione delle scritte (e con l'effettivo pagamento). Altre 11 segnalazioni riguardavano edifici pubblici ed in questo caso il Comune è intervenuto "in proprio". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Volotea: due nuove destinazioni dall'Aeroporto Catullo

  • Torna l'obbligo di pneumatici invernali

  • Tornano le domeniche gratis nei musei e nei castelli

  • Cosa fare nel weekend: tutti gli eventi

  • Trento, contrabbandano benzina: arrestati in dieci

  • Infortunio sul lavoro a Grigno, precipita per cinque metri e si schianta al suolo: grave

Torna su
TrentoToday è in caricamento