Scialpinista di 26 anni muore travolto da una valanga in val d'Ossola

Una tragedia che toglie il fiato alla comunità di Roncone e a tutte le Giudicarie. Il ragazzo, figlio di un consigliere comunale, lavorava al Parco Naturale Adamello Brenta ed era benvoluto da tutti

Tragedia sulle montagne piemontesi al confine con la Svizzera. Uno scialpinista trentino, Gilberto Bazzoli, di 26 anni di Roncone, ha perso la vita travolto da una valanga a 1700 metri di quota in Val Formazza nella zona della Val d'Ossola. Altri due trentini, di 26 e 36 anni, che erano con lui, sono stati trascinati dalla massa nevosa, ma fortunatamente sono riusciti a salvarsi. Sono stati loro a chiamare i soccorsi resi complicati dal forte vento. Sempre oggi in Piemonte, un altro scialpinista è morto sotto una valanga nella zona di Devero. A causa del forte vento l'elicottero non è riuscito ad intervenire e gli uomini del soccorso quando sono giunti sul luogo non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Una tragedia che toglie il fiato alla Comunità di Roncone e a tutte le Giudicarie. Il ragazzo, figlio di un consigliere comunale, lavorava al Parco Naturale Adamello Brenta ed era benvoluto da tutti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trentino prima regione che si "libererà" dal virus. Bordon: "Studio ipotetico, preoccupati dall'onda lunga"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

  • Coronavirus: due fratelli morti a distanza di tre giorni

Torna su
TrentoToday è in caricamento