Scialpinista di 26 anni muore travolto da una valanga in val d'Ossola

Una tragedia che toglie il fiato alla comunità di Roncone e a tutte le Giudicarie. Il ragazzo, figlio di un consigliere comunale, lavorava al Parco Naturale Adamello Brenta ed era benvoluto da tutti

Tragedia sulle montagne piemontesi al confine con la Svizzera. Uno scialpinista trentino, Gilberto Bazzoli, di 26 anni di Roncone, ha perso la vita travolto da una valanga a 1700 metri di quota in Val Formazza nella zona della Val d'Ossola. Altri due trentini, di 26 e 36 anni, che erano con lui, sono stati trascinati dalla massa nevosa, ma fortunatamente sono riusciti a salvarsi. Sono stati loro a chiamare i soccorsi resi complicati dal forte vento. Sempre oggi in Piemonte, un altro scialpinista è morto sotto una valanga nella zona di Devero. A causa del forte vento l'elicottero non è riuscito ad intervenire e gli uomini del soccorso quando sono giunti sul luogo non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. Una tragedia che toglie il fiato alla Comunità di Roncone e a tutte le Giudicarie. Il ragazzo, figlio di un consigliere comunale, lavorava al Parco Naturale Adamello Brenta ed era benvoluto da tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campiglio, drammatico incidente sugli sci: gravissima una ragazza di 25 anni

  • Si schianta con gli sci a Madonna di Campiglio: non ce l'ha fatta Cristina Cesari

  • Malessere collettivo a Folgarida: il virus potrebbe essere stato portato dagli studenti

  • Escono di strada ed abbattono le viti prima di schiantarsi: paura per due ragazzi

  • Malore collettivo per altri due gruppi di studenti nell'hotel di Folgarida

  • Fermato perché ha i pedali rotti, in auto nasconde 400mila euro di coca: arrestato

Torna su
TrentoToday è in caricamento