Ladri di mele in azione a Spormaggiore

Un'auto ferma tra i filari e due persone intente a raccogliere mele: una scena consueta in questo periodo in Val di Non se non fosse stato per l'orario, sul far della sera, e per il fatto che i due, come ha confermato poi il proprietario del frutteto, non erano addetti alla raccolta. A notare l'auto sono stati i carabinieri che sono arrivati a denunciare i due, 40enni cittadini bulgari residenti a Vezzano, per furto aggravato. Alle domande dei militari i due hanno risposto di essere dipendenti del contadino e di essersi trattenuti oltre l'orario ma i tentennamenti nel dire chi fosse e dove abitasse il proprietario hanno ulteriormente insospettito i carabinieri. Il contadino non li ha infatti riconosciuti come dipendenti, e per i due è scattata la denuncia. 

Potrebbe interessarti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Cosa fare Ferragosto: cultura, musica e buona cucina

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Tamponamento a catena: in sette all'ospedale compresi due bimbi

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

Torna su
TrentoToday è in caricamento