Ladri di mele in azione a Spormaggiore

Un'auto ferma tra i filari e due persone intente a raccogliere mele: una scena consueta in questo periodo in Val di Non se non fosse stato per l'orario, sul far della sera, e per il fatto che i due, come ha confermato poi il proprietario del frutteto, non erano addetti alla raccolta. A notare l'auto sono stati i carabinieri che sono arrivati a denunciare i due, 40enni cittadini bulgari residenti a Vezzano, per furto aggravato. Alle domande dei militari i due hanno risposto di essere dipendenti del contadino e di essersi trattenuti oltre l'orario ma i tentennamenti nel dire chi fosse e dove abitasse il proprietario hanno ulteriormente insospettito i carabinieri. Il contadino non li ha infatti riconosciuti come dipendenti, e per i due è scattata la denuncia. 

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • "Cavalli pelle e ossa, con gli zoccoli spezzati": la denuncia di Oipa Trentino

  • Alzheimer, nasce la Carta dei Diritti per chi si prende cura di un familiare

I più letti della settimana

  • Nuvole da fantascienza nei cieli di Trento: ecco di cosa si tratta

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Schianto contro un camion sul rettilineo: muore motociclista

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

Torna su
TrentoToday è in caricamento