Furto di gasolio da un cantiere ad Andalo, la moglie faceva da "palo"

Sorpresi dai carabinieri a rubare gasolio dai serbatoi degli escavatori parcheggiati in un cantiere, tentano la fuga in auto. La moglie faceva da palo, denunciati entrambi, lei in stato di libertà. Non è la prima volta che succede, i carabinieri del Comando di Cles mettono in campo pattugliamenti mirati sui cantieri

Una pattuglia dei Carabinieri di Cles lo ha sorpreso a rubare gasolio dai serbatoi degli escavatori di un cantiere ad Andalo. Alla vista dei militari l'uomo, 33 anni di origine ucraina, è salito sulla sua auto a bordo della quale c'era anche la moglie, ed ha tentato di allontanarsi. Fermato dai carabinieri è stato trovato con tre taniche da 25 litri piene di carburante nel bagagliaio insieme ad un apposito "marchingegno" probabilmente usato per il furto. Il titolare della ditta, chiamato sul luogo, ha riscontrato la manomissione dei tappi del serbatoio di alcuni mezzi. A quel punto è scattata la denuncia per entrambi, la donna però in stato di libertà, e le indagini per scoprire se i due non si siano resi responsabili di analoghi episodi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento