Ruba lo smartphone al compagno di ospedale: nell'armadietto anche la refurtiva di un altro furto

Avrebbe aiutato il compagno di stanza per poi approfittare di un momento di distrazione per rubare il cellulare da 400 euro. Nel suo armadietto è stata trovata anche la probabile refurtiva del furto ai distributori automatici della settimana scorsa, ed un piede di porco

Si dice che tra compagni di stanza in ospedale nasca una certa solidarietà, non è questo il caso di un cinquantenne trentino che ha approfittato del momento di sofferenza del compagno di stanza per rubargli il cellulare, uno smartphone di ultima generazione del  valoredi 400 euro. Non trovandolo il paziente derubato ha chiamato i carabinieri i quali, aiutati dal  personale medico, hanno svolto le  indagini arrivando rapidamente  ad individuare il ladro.

Secondo le ricostruzioni  l'uomo avrebbe sì aiutato il compagno di stanza durante un momento di malessere, ma ne avrebbe anche approfittato per far sparire il telefonino. Non è tutto: perquisendo il suo armadietto i militari hanno trovato un piede di porco e quasi 250 euro in monetine. L'associazione con il recente furto ai distributori automatici dell'ospedale è stata immediata ed alla  prima denuncia se ne potrebbe aggiungereuna seconda, sempre per furto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Vastissimo incendio, la montagna brucia da due giorni e le fiamme lambiscono le case

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento