Ruba lo smartphone al compagno di ospedale: nell'armadietto anche la refurtiva di un altro furto

Avrebbe aiutato il compagno di stanza per poi approfittare di un momento di distrazione per rubare il cellulare da 400 euro. Nel suo armadietto è stata trovata anche la probabile refurtiva del furto ai distributori automatici della settimana scorsa, ed un piede di porco

Si dice che tra compagni di stanza in ospedale nasca una certa solidarietà, non è questo il caso di un cinquantenne trentino che ha approfittato del momento di sofferenza del compagno di stanza per rubargli il cellulare, uno smartphone di ultima generazione del  valoredi 400 euro. Non trovandolo il paziente derubato ha chiamato i carabinieri i quali, aiutati dal  personale medico, hanno svolto le  indagini arrivando rapidamente  ad individuare il ladro.

Secondo le ricostruzioni  l'uomo avrebbe sì aiutato il compagno di stanza durante un momento di malessere, ma ne avrebbe anche approfittato per far sparire il telefonino. Non è tutto: perquisendo il suo armadietto i militari hanno trovato un piede di porco e quasi 250 euro in monetine. L'associazione con il recente furto ai distributori automatici dell'ospedale è stata immediata ed alla  prima denuncia se ne potrebbe aggiungereuna seconda, sempre per furto. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Camion perde il carico sulla "Maza": traffico in tilt tra la Busa ed il Garda

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

Torna su
TrentoToday è in caricamento