Furti agli anziani nei supermercati di Arco: denuncia e foglio di via per due donne

I carabinieri stavano indagando sui furti commessi dalle donne dallo scorso gennaio, sono state infatti cinque le denunce di furto di portafogli presentate da anziane signore che si erano recate nei supermercati Poli ed Eurospar di Arco

I carabinieri davanti all'Eurospar di Arco

Due donne sono state denunciate dai carabinieri per furto aggravato in concorso continuato con l’aggravante di aver agito, in un caso, nei confronti di persona in stato di minoranza fisica. I militari hanno inoltre chiesto e ottenuto dal questore di Trento la misura di prevenzione dell’allontanamento dal territorio del comune di Arco mediante il foglio di via obbligatorio delle due donne, per impedire le reiterazione dei reati.
I carabinieri stavano indagando sui furti commessi dalle donne dallo scorso gennaio, sono state infatti cinque le denunce di furto di portafogli presentate da anziane signore che si erano recate nei supermercati Poli ed Eurospar di Arco. Le vittime avevano sempre dei fattori comuni e cioè essere signore anziane che si erano recate da sole negli esercizi commerciali, che utilizzavano il carrello con la borsa personale all’interno dello stesso e così, mentre erano nelle corsie del supermercato, venivano avvicinate da una giovane ragazza, che è sempre stata descritta dalle testimonianze in modo dai modi gentili, curata e ben vestita, che chiedeva informazioni su qualche prodotto.

Per i carabinieri sono state fondamentali anche le immagini a circuito chiuso dei negozi, che hanno permesso di evidenziare le modalità operative della commissione dei furti e l’identificazione delle autrici. Infatti ad agire non era solo una ragazza, ma due. Una volta addocchiata la vittima, questa veniva seguita finché non raggiungeva una zona appartata o priva di altri clienti in quel momento, quindi entrava in azione S.Z., 21enne, italiana, residente in un campo nomadi in provincia di Bolzano, che si avvicinava alle anziane distraendole affinché intervenisse G.Y., 36enne, italiana, residente nel campo nomadi di Trento, che allungava la mano nel carrello sottraendo il portafoglio. Le vittime scoprivano il furto solo una volta arrivate alla cassa per pagare. I carabinieri, raccolti tutti gli indizi, hanno quindi identificato le due donne, che sono state denunciate e allonatanate dal comune di Arco.

Potrebbe interessarti

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Parabrezza in frantumi: colpa di una pigna

  • Allevatori esasperati da orsi e lupi scendono in piazza: Fugatti c'è, molti fan tra i manifestanti

  • Sub tenta di battere il record nel Garda ma muore durante l'immersione

I più letti della settimana

  • Drammatico incidente a Levico: quattro feriti soccorsi dall'elicottero

  • Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

  • Fanno il bagno nel Garda: escono con punti rossi e prurito

  • Si tuffa nel lago davanti a moglie e figlie e scompare

  • L'orso M49 è scappato dal Casteller dopo la cattura

  • Si schiantano e rimangono incastrati sotto lo scooter: arrivano i Vigili del Fuoco con le pinze idrauliche

Torna su
TrentoToday è in caricamento