Furti nelle Giudicarie con la 'truffa della collezionista di banconote': denunciati

I carabinieri hanno identificato due iraniani responsabili di alcuni colpi ai danni dei commercianti della Valle del Chiese

Lei si fingeva una collezionista di banconote e riusciva a farsi aprire la cassa. Lui distraeva la vittima per permetterle di prendere il denaro. Questa la tecnica di due truffatori iraniani che sono stati denunciatidai carabinieri perché ritenuti responsabili di furti messi a segno nelle Giudicarie ai danni di alcuni commercianti. 

Come funzionavano i furti

I due entravano nel negozio e si mettevano in diversi punti del locale. La donna poi andava alla cassa per pagare una bottiglietta d'acqua e dichiarando di essere una collezionista di banconote, chiedeva di verificare uno specifico numero seriale, riuscendo a farsi aprire la cassa ed estrarre alcune banconote. A quel punto l'uomo distraeva la vittima mentre lei riusciva a prelevare il denaro, fino a qualche centinaio di euro. I derubati si accorgevano dell'ammanco solo al termite della giornata.

Grazie a una meticolosa indagine dei carabinieri di Ponte Arche e Storo, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Trento, i responsabili dei furti sono stati identificati. I due, 40 anni lei 20 lui, entrambi di nazionalità iraniana, sono stati denunciati e sottoposti all’obbligo di firma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

Torna su
TrentoToday è in caricamento