Sgominata una banda di giostrai, un arresto anche in Trentino

Uno dei sette membri della presunta banda, Matteo Zilli, 27 anni, è stato arrestato a Lavis dai carabinieri. Si trovava in Trentino per la sua attività di giostraio. L'accusa è di associazione a delinquere finalizzata al furto

C'era anche un giostraio che in questo periodo si trovava a Trento per la sua attività tra i sette arrestati dai carabinieri con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al furto. La banda, secondo i carabinieri, era specializzata nelle "spaccate" in pubblici esercizi del Veneto, in particolare nella provincia di Treviso. I membri del gruppo, secondo i carabinieri,  si dedicavano a svaligiare bar e tabacchi, preferendo puntare sulle slot machine. Sono state eseguite anche una serie di perquisizioni, che hanno riguardato alcuni campi nomadi presenti sul territorio della provincia di Treviso, in esito alle quali è stato possibile rinvenire e sequestrare numeroso materiale, provente delle attività delittuose. Gli arresti sono scaturiti da indagini avviate lo scorso mese di gennaio dal Nor della Compagnia di Conegliano in direzione delle articolazioni operative delle cosiddette 'bande dei giostrai' attive nella zona della provincia di Treviso. Le attività investigative hanno documentato le più recenti dinamiche criminali del gruppo, fornendo un quadro complessivo unitario degli assetti organizzativi della banda e delle singole responsabilità emerse a carico di ognuno degli indagati. Il sodalizio è risultato particolarmente interessato alla commissione di furti in danno di esercizi pubblici, attraverso la tecnica della spaccata. I carabinieri del Comando provinciale di Treviso e del comando Compagnia di Conegliano hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Treviso, per associazione per delinquere finalizzata alla commissione di più delitti di furto nei confronti Alan Cassol (19 anni), Michele Garbin (23 anni), Niccols Garbin (20 anni), Denis Marconese (20 anni), Giacomo Zolini (23 anni), Nicholas Floriani (20 anni) e Matteo Zilli (27 anni). Quest'ultimo è stato arrestato a Lavis, dove - come detto - si trovava occasionalmente in ragione della propria attività di giostraio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Previsioni del tempo, neve in arrivo anche a bassa quota

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

Torna su
TrentoToday è in caricamento