Primiero: furti ai distributori automatici della scuola, i ladri sono tre studenti

Ogni volta scassinavano i distributori automatici, costringendo la ditta a sostituirli, e fuggivano con somme di denaro anche di centinaia di euro. I militari della compagnia di Cavalese li hanno colti con le mani nel sacco prima dell'ennesimo colpo

Dopo i ripetuti furti con scasso ai distributori di merendine delle scuole superiori di Transacqua i carabinieri hanno identificato i responsabili: si tratta di tre studenti. I tre, ora denunciati per furto in concorso, sono stati sorpresi durante gli appostamenti notturni messi in atto dai militari della compagnia di Cavalese che li hanno colti in flagranza mentre tentavano il colpo per l'ennesima volta. Si tratta di tre giovani di Tonadico, un maggiorenne e due minorenni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nei mesi scorsi avrebbero messo a segno diversi furti sempre con lo stesso modus operadi: dopo aver forzato la porta di ingresso si introducevano, di notte, nella scuola per poi rompere il vetro dei distributori automatici, costringendo ogni volta la ditta che fornisce il servizio a sostituirli. Ogni colpo poteva fruttare anche centinaia di euro. merendine2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento