Hanno un contratto da vigilantes per l'estate ma fanno 4 furti al Circolo vela di Arco

I responsabili sono due vigilantes coinvolti, entrambi residenti nella Busa e dipendenti di una ditta del modenese che aveva sottoscritto un contratto per il periodo estivo con gli esercenti della zona. Incastrati grazie ad un tatuaggio ed un anello

Dall'1 al 4 di giugno hanno commesso 4 furti, tutti al Circolo vela di Arco, portandosi via 300 euro in contanti e altri 3000 euro ottenuti attraverso 7 prelievi effettuati utilizzando il bancomat del circolo. Ma sono stati traditi dei tatuaggi, ripresi dall'impianto di video sorveglianza. La sorpresa, per i carabinieri della Compagnia di Riva del Garda che hanno indagato sulla vicenda, è stata scoprire che i responsabili sono due vigilantes coinvolti, entrambi residenti nella Busa e dipendenti di una ditta del modenese che aveva sottoscritto un contratto per il periodo estivo con gli esercenti della zona. Il responsabile dei vigilantes, 38 anni di Arco, che ha precedenti per furto e ricettazione, è stato arrestato, mentre il complice, 44 anni, incensurato, moldavo con passaporto rumeno, è stato denunciato. A tradirli, come detto, un tatuaggio sull’anulare ed un anello al dito che sono stati inquadrati dalle telecamere di sicurezza del circolo durante i furti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente, motociclista morto, due feriti e veicoli carbonizzati a Nomi

  • Un rombo fortissimo, aerei da guerra sopra Trento: ecco perchè

  • Città più pericolose d'Italia: Trento è al 64° posto

  • Il Comune mette all'asta le biciclette abbandonate

  • Fermati al casello A22 con 12 chili di cocaina: trafficanti traditi dai calzini

  • Frecce Tricolori: spettacolo nei cieli di Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento