Hanno un contratto da vigilantes per l'estate ma fanno 4 furti al Circolo vela di Arco

I responsabili sono due vigilantes coinvolti, entrambi residenti nella Busa e dipendenti di una ditta del modenese che aveva sottoscritto un contratto per il periodo estivo con gli esercenti della zona. Incastrati grazie ad un tatuaggio ed un anello

Dall'1 al 4 di giugno hanno commesso 4 furti, tutti al Circolo vela di Arco, portandosi via 300 euro in contanti e altri 3000 euro ottenuti attraverso 7 prelievi effettuati utilizzando il bancomat del circolo. Ma sono stati traditi dei tatuaggi, ripresi dall'impianto di video sorveglianza. La sorpresa, per i carabinieri della Compagnia di Riva del Garda che hanno indagato sulla vicenda, è stata scoprire che i responsabili sono due vigilantes coinvolti, entrambi residenti nella Busa e dipendenti di una ditta del modenese che aveva sottoscritto un contratto per il periodo estivo con gli esercenti della zona. Il responsabile dei vigilantes, 38 anni di Arco, che ha precedenti per furto e ricettazione, è stato arrestato, mentre il complice, 44 anni, incensurato, moldavo con passaporto rumeno, è stato denunciato. A tradirli, come detto, un tatuaggio sull’anulare ed un anello al dito che sono stati inquadrati dalle telecamere di sicurezza del circolo durante i furti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due pastori del Caucaso "terrorizzano" Oltrecastello: passante morso al braccio

  • Paura vicino ai mercatini di Natale, ragazzo accoltellato alla pancia: è grave

  • Bancomat fatto esplodere nella notte: spariti 40mila euro e gravi danni al palazzo

  • Incidente a Segonzano: ferito 12enne. I vigili del fuoco: "Decima volta in quel punto"

  • Ritrova la sorella dopo 50 anni: la storia di Luca

  • Diciottenne blocca il bus e prende il vetro a testate, poi aggredisce autista ed agenti

Torna su
TrentoToday è in caricamento