Telefono alla guida, lo ferma la Finanza: nel furgone kebab surgelato fuori norma

Telefonata costata cara al dipendente di una ditta veronese: nel furgone carne surgelata destinata anche al mercato trentino

Telefono alla guida: un'abitudine pericolosa, un'infrazione grave del Codice della Strada. Ad un 22enne, dipendente di una ditta di alimentari veronese, in transito a Trento è costata molto di più: fermato dalla Guardia di Finanza nella centralissima via Giusti perchè notato con il telefono all'orecchio mentre si trovava alla guida del furgone, il commerciante è finito in guai perggiori a causa della merce trasportata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta aperto il portellone del furgone i finanzieri hanno intuito che qualcosa non andava: carni surgelate, pollo, vitello, pane e patatine, il tutto senza rispettare le norme igienico-sanitarie che impongono una temperatura inferiore ai - 18° gradi per questo tipo di prodotti. Sforato di molto anche il limite di 3° di tolleranza (quindi -15°). Non è finita qui: il furgoncino non era revisionato e parte della merce era stata trasportata in nero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Bar troppo affollato: multa da 1.200 euro ai gestori

  • Incidente in A22, tamponamento tra due camion: soccorsi sul posto e traffico in tilt

  • Salta in moto il posto di blocco al confine con la Lombardia: era senza patente da vent'anni

Torna su
TrentoToday è in caricamento