Si perde nei boschi e passa la notte al freddo: fungaiolo salvo grazie a droni dei pompieri

L'uomo è un 75enne vicentino. Nella serata di martedì 8 ottobre non ha più trovato il cammino per colpa degli alberi schiantati da Vaia

Drone (foto Vvf)

Si è perso andando per funghi nei boschi di passo Vezzena ed è stato costretto a passare la notte all'aperto. Nella mattinata di mercoledì 9 ottobre però si è salvato grazie ai droni dei vigili del fuoco, che lo hanno individuato. Protagonista della vicenda a lieto fine un 75enne di Carrè, nel Vicentino. 

Martedì il fungaiolo non aveva più fatto ritorno a casa dopo un'uscita nei boschi per cercare funghi. Così i suoi familiari avevano lanciato l'allarme e verso le 22 erano scattate le ricerche, che però hanno dato frutto solo nella mattinata. 

Il vicentino ha raccontato di aver perso il sentiero a causa degli alberi schiantati dalla tempesta Vaia e di aver deciso di passare la notte all'aperto non riuscendo ad avvisare nessuno perché nella zona non c'era campo. Ad intervenire per individuare l'uomo, oltre ai vigili del fuoco con i droni, anche diverse unità del soccorso alpino.

Dopo il ritrovamento dell'auto dell'uomo verso le 23 di martedì le ricerche si sono concentrate nei boschi attorno al passo e verso il pizzo di Levico, dando frutto verso le 7:15 di mercoledì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Coronavirus: chiuse scuole, asili e Università

  • Coronavirus: famiglia lombarda in Trentino positiva al test

  • Coronavirus: la Provincia invita a non andare in Veneto e Lombardia

Torna su
TrentoToday è in caricamento