Foibe, tensione altissima tra Casapound e antifascisti

Bombe carta, lancio di pietre e lacrimogeni con le parti che sono arrivate vicinissime al contatto ieri sera in Largo Pigarelli davanti al tribunale di Trento, per l'iniziativa di commemorazione organizzata da Fratelli d'Italia e Casa Pound

Momenti di tensione ieri sera attorno alle 21 per la commemorazione delle vittime delle Foibe, organizzata in Largo Pigarelli, davanti al tribunale di Trento, da Fratelli d’Italia e Casa Pound.

All'iniziativa hanno risposto un centinaio di antifascisti, con anarchici e militanti del Centro Sociale Bruno, che hanno accusato i neofascisti di Casa Pound di aver organizzato una "pretestuosa commemorazione delle foibe come occasione per avere visibilità e tentare di legittimare la loro presenza in città".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le parti hanno sfiorato il contatto ma le forze dell'ordine hanno riportato la situazione sotto controllo con alcune cariche. Per scongiurare possibili assalti, polizia e carabinieri  dopo la conclusione della manifestazione hanno temporaneamente chiuso via Marighetto, dove ha sede Casa Pound. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

  • Ladro perde il mazzo di chiavi: i carabinieri aprono la porta di casa e lo denunciano

Torna su
TrentoToday è in caricamento