Cles, alcol ai minori alla festa del paese: 1000 euro di multa all'organizzazione

I carabinieri in servizio all'annnuale festa "bavarese" si sono rapidamente accorti che molti minori avevano in mano un bicchiere, ed hanno chiesto i documenti

Alcol venduto alla festa di paese senza badare troppo all'età: sono stati sanzionati gli organizzatori della Goldenfest 2017 svoltasi a Cles nelfinesettimana, in base alla legge provinciale del 2010 che vieta la somministrazione di bevande alcoliche a minorenni.

I carabinieri in servizio alla festa, che ogni anno richiama centinaia di giovani da tutta la valle, si sono ben presto accorti che molti tra quelli che regggevano in mano un bicchiere  di birra o altro non sembravano avere l'età sufficiente per poterlo fare.

Hanno quindi chiesto i documenti ad alcuni avventori riscontrando, nel giro di pochi minuti  e prima che si spargesse la  voce dei controlli, almeno sette minorenni ai quali era stato venduto dell'alcol, il più piccolo un quindicenne della val di Sole. I minorenni hanno ricevuto una multa di 100 euro a testa, 1000 euro la sanzione comminata agli organizzatori. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Valdastico: Fugatti e Zaia a Roma, accordo per lo sbocco a Rovereto sud

  • Cronaca

    Vento forte: decine di interventi dei Vigili del Fuoco

  • Politica

    Convegno contestato, Fugatti: "Forzate due porte a vetri". Scatta la denuncia

  • Cronaca

    Importano auto di lusso senza pagare l'Iva, tra gli acquirenti anche 34 trentini

I più letti della settimana

  • Giornata Mondiale della Sindrome di Down: ecco cosa significano i "calzini spaiati"

  • Tragedia a Vezzano: muore investito dal suo camion

  • Vento forte in arrivo: il messaggio della Protezione Civile

  • A Trento quasi una famiglia su due è composta da una sola persona

  • Sbranò un bimbo, ora è stata rieducata e adottata: una seconda vita per Asia

  • Medico opera la moglie senza autorizzazione: condannato per falso

Torna su
TrentoToday è in caricamento