In regione le denunce per estorsione aumentate del 188% in 5 anni

La regione con il più alto numero di denunce è la Lombardia, che nel 2015 ne ha registrate 1.336. Al secondo posto la Campania con 1.277 e al terzo il Lazio con 916

Negli ultimi 5 anni (2010-2015) le denunce per estorsione sono aumentate del 64,2%: in valori assoluti sono passate da 5.992 a 9.839. A indicarlo - precisa l'agenzia Ansa - la Cgia di Mestre, secondo la quale gli incrementi percentuali più importanti hanno interessato le regioni del Nordest: nel Trentino Alto Adige del +188% (in valore assoluti +94), in Emilia Romagna del +172,8% (+ 501 in termini assoluti) e in Friuli Venezia Giulia del +125,4% (+79 denunce).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ultima regione del nord est, il Veneto, ha registrato un incremento del 79,5% pari ad un aumento in termini assoluti di 217 denunce. La regione con il più alto numero di denunce è la Lombardia, che nel 2015 ne ha registrate 1.336. Al secondo posto la Campania con 1.277 e al terzo il Lazio con 916. Pur essendo molto contenuto (nel 2015 le segnalazioni sono state solo 375), non va nemmeno sottovalutato il fenomeno dell'usura. Con le sole denunce effettuate, dice la Cgia, non è possibile dimensionare il fenomeno dell'usura. Le segnalazioni, purtroppo, sono molto esigue.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Contagi stabili, positivo un tampone su 10. Mascherine: "Ci vuole tempo perchè le sigilliamo"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

Torna su
TrentoToday è in caricamento