Escherichia coli nell'acquedotto: in 90 con sintomi gastrointestinali. Il sindaco: "Bollite l'acqua"

Ordinanza di bollire l'acqua prima di consumarla, controlli dell'Apss e disinfezione della rete idrica

Sono 90, in un paese da poco più di 1.200 abitanti, le persone contagiate dall'Escherichia coli a Vigo di Fassa. Lo riporta una nota dell'Azienda sanitaria provinciale, che sta svolgendo gli approfondimenti del caso. "Apss ha immediatamente avviato controlli analitici in più punti della rete idrica ripetendoli su più giorni. Tali controlli hanno rilevato, in alcuni punti, la presenza di inquinamento batteriologico, seppur a bassi livelli, di Escherichia coli" si legge nel comunicato.

L'anomalia è risultata evidente dal gran numero di persone che si sono rivolte alla guardia medica locale o alle farmacie della valle per acquistare fermenti lattici e disinfettanti intestinali. Il Comune è stato allertato ed ha svolto una disinfezione completa della rete idrica attraverso il cloro. Il sindaco ha emesso un'ordinanza di consumo di acqua ad uso alimentare solamente dopo bollitura.

Ora saranno analizzate le sorgenti che forniscono acqua alla rete idrica locale " per esaminare l’area di rispetto circostante alle sorgenti e trovare eventuali soluzioni tecniche che permettano la messa in sicurezza" conclude la nota. Ulteriori controlli sono stati programmati nel corso dei prossimi giorni fino al rientro dell'emergenza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

Torna su
TrentoToday è in caricamento