Maxi-operazione antidroga: 29 arresti. "Erano professionisti dello spaccio"

Ennesima operazione che vede Trento al centro di una fitta rete di traffico. Per i soggetti, spiegano i carabinieri, la droga costituiva la fonte di reddito principale

Trafficanti "professionisti", così i carabinieri di Trento hanno descritto i 29 spacciatori arrestati nel corso di un'operazione antidroga conclusasi ieri, l'ennesima che vede Trento al centro di reti di traffico ben più ampie. Le indagini hanno preso il via più di un anno fa ed hanno portato ad individuare tre nuclei distinti all'interno della rete dello spaccio: un nucleo tutto italiano, uno romeno-albanese ed un terzo magrebino, con membri italiani presenti anche negli altri due gruppi. 

Le ordinanze di custodia cautelare sono state emanate sulla scorta delle informazioni raccolte nel corso delle indagini: un quadro all'interno del quale gli indagati sono descritti appunto come "professionisti" ad alto rischio di recidività.

"Quasi tutti gli indagati si sono dedicati professionalmente al traffico di droga traendo da esso e solo da esso le fonti dei propri cospicui redditi e molti di essi vantano precedenti specifici" scrive il gip di Trento, Marco La Ganga, nell'ordinanza.

Tra i recidivi ci sarebbe anche il presunto leader del nucleo italiano, arrestato a Rimini un anno fa con 50.000 euro in contanti. Di fatto ha continuato a gestire l'attività illecita anche dopo l'arresto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una banda talmente strutturata da far scattare, oltre a quella di spaccio, l'accusa di associazione a delinquere. Dall'arresto di tre persone a Rimini si è arrivati, nel giro di un anno, a scoprire ramificazioni in Trentino, Veneto, Lombardia ed in Olanda. Tre persone risultano irreperibili poichè all'estero, e sono attualmente ricercate dalle forze dell'ordine. AGGIORNAMENTO: PRESO UN  LATITANTE, arrestato nel milanese, dove era tornato per salutare la famiglia, clicca qui...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Supermercati: vietato scegliere quello più conveniente, spesa solo vicino a casa

  • A casa nel paesino per il coronavirus fa arrivare una escort in taxi da Trento: donna multata

  • Coronavirus, Fugatti: "No ad arrivi nelle seconde case. Chiesti controlli pesanti"

  • Contagi stabili, positivo un tampone su 10. Mascherine: "Ci vuole tempo perchè le sigilliamo"

  • "Due mascherine per ogni trentino", ma non si sa ancora come: precedenza ai 5 comuni "blindati"

  • Coronavirus, fermato dai vigili dopo che è al parco da un'ora: "È che ho perso una cosa"

Torna su
TrentoToday è in caricamento