Ricercato si nasconde dalla fidanzata: i carabinieri lo vedono dal terrazzo

Doveva scontare 18 mesi per reati legati a stupefacenti, all'interno della casa attrezzi per consumare crack

Ha pensato di sfuggire ad un ordine di carcerazione nascondendosi a casa della sua ragazza. Il 35enne arcense doveva scontare 18 mesi per cumulo di pene in materia di stupefacenti. I Carabinieri sapevano della relazione cn la ragazza e l'hanno subito contattata per chiedere informazioni. Lei ha detto di non averlo più visto da tempo. In realtà appena finita la telefonata lo avrebbe avvertito dell'imminente arrivo dei militari. 

Una gazzella si è subito presentata a casa della ragazza. I Carabinieri sono riusciti a salire sul terrazzo ed hanno scorto il ragazzo all'interno attraverso le serrande. I due si sono rifiutati di aprire la porta e così sono stati chiamati i Vigili del Fuoco con l'attrezzatura necessaria. A quel punto i due all'interno hanno desistito ed hanno aperto ai militari.

All'interno dell'abitazione è stato trovato tutto il necessario per consumare crack, droga ricavata dalla lavorazione della cocaina, che crea un'elevata dipendenza. Tutto il materiale è stato sequestrato e passato al Laboratorio Sostanze Stupefacenti di Laives per le analisi. Il 35enne è stato arrestato. 

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Falena gigante sul balcone di casa: ecco la foto di una nostra lettrice

I più letti della settimana

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Troppi incidenti in moto: in arrivo i 60 km/h sui passi dolomitici

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • Strani rumori in giardino: esce a controllare e si ritrova davanti l'orso

Torna su
TrentoToday è in caricamento