Offre hashish a due minorenni e tenta l'approccio: arrestato

Il pusher le ha seguite nei bagni della stazione forzando la porta, al rifiuto da parte delle due ragazze ha allungato le mani. Le due sono scappate ed hanno chiamato i carabinieri che, dopo una breve ricerca, hanno individuato ed arrestato il giovane marocchino: in tasca 2 grammi di hashish

Arrestato nella serata di ieri, domenica 20 ottobre, a Rovereto un cittadino marocchino, classe 1985, domiciliato a Rovereto. L'accusa è quella di spaccio, ma il pusher è andato oltre alla semplice cessione di stupefacente: secondo le ricostruzioni fatte da due ragazze 16enni avvicinate dal marocchino, sembra che questi le abbia seguite nel bagno della stazione ferroviaria, forzando la porta, insistendo perchè consumassero insieme a lui dell'hashish.

Le due, che hanno rifiutato la proposta, lo accusano anche di aver allungato le mani per toccarle, tentando un approccio forzato. Le ragazze sono riuscite a scappare e, nonostante la paura sono riuscite a mantenere la calma ed a chiamare il 112. Subito giunti sul posto i carabinieri hanno rintracciato il soggetto in uno stabile di via Brennero, dove tentava di nascondersi. Dopo aver opposto una breve e vana resistenza il giovane è stato bloccato e condotto in caserma. In tasca aveva due grammi di hashish. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellato alla gola dal fratello per strada a Borgo Valsugana: trasportato in ospedale

  • Camionista trovato senza vita nella sua cabina: era morto da tre giorni

  • Spormaggiore, 31enne colpito alla testa da un tombino al passaggio di un'auto: grave

  • Il 'gambero killer' americano trovato in Trentino

  • Allerta maltempo: ecco le strade chiuse

  • Auto sfiorata dalla valanga, maestro di sci salvo: pubblica le foto su Facebook

Torna su
TrentoToday è in caricamento