Droga tra i giovanissimi: controlli a Rovereto nei parchi e nelle scuole

Controlli mirati dei Carabinieri di Rovereto per reprimere lo spaccio ai minori: i venditori non sono molto più grandi

Nei giorni in cui l'Osservatorio provinciale per la Salute diffonde dati preoccupanti riguardo i consumi di alcol e droga tra i giovanissimi, i carabinieri di Rovereto hanno messo in campo una serie di controlli mirati all'uscita delle scuole e nei parchi cittadini per reprimere soprattutto l'acquisto di sostanze da parte degli studenti delle superiori, vendute da ragazzi più grandi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Hanno infatto vent'anni i tre soggetti, tutti di origine africana, fermati in piazzale Santa maria ed ai Giardini Perlasca. I primi due avevano modesti quantitativi di diverse sostanze, mentre il terzo è stato colto in flagrante neell'atto  di cedere ad un minore una piccola quantità di marijuana, ed è stato quindi denunciato. Nei guai anche sei italiani, minori o appena maggiorenni, fermati con modesti quantitativi, e segnalati al Commmissariato del Governo come assuntori, come previsto dalla legge, con le conseguenze amministrative del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: casi in diminuzione da 3 giorni. "Se i numeri saranno confermati siamo in discesa"

  • Coronavirus, ecco la mappa dei contagi in Trentino: Canazei la più colpita in proporzione

  • Il dramma: muore di coronavirus 11 giorni dopo la moglie

  • Uomo fermato fuori casa: "Ero in ospedale, mi è nata una figlia". Ma non è vero

  • Mascherine "made in Trentino": 10 aziende riconvertite, analisi dei tamponi grazie all'Università

  • "Io resto a casa": ecco la classifica delle regioni grazie allo studio delle "storie" su Instagram

Torna su
TrentoToday è in caricamento