Piantagione di cannabis nel bosco: arrestati due insospettabili

Sono due uomini di 50 e 34 anni i "coltivatori" arrestati dai carabinieri di Borgo valsugana: una ventina di piante che avrebbero potuto produrre fino a 3 chili di marijuana

Sono due italiani incensurati, di 51 e 34 anni, i "coltivatori" arrestati dai carabinieri di Borgo Valsugana e che da tempo seguivano gli strani movimenti di via vai da  un bosco del fondovalle. Nascosta tra la vvegetazione i militari hanno scoperto una piantagione di canapa. 

Con continui appostamenti e raccolta di informazioni tra la popolazione della valle i carabinieri sono riusciti a stringere il cerchio dei sospetti attorno ai due. Li hanno attesi alla piantagione, di primo mattino, e sono usciti allo scoperto. 

I due,  come detto, sono stati arrestati e si trovano ora agli arresti domiciliari. La piantagione, una ventina di piante in tutto, è stata sequestrata. Gli inquirenti stimano che una volta le  piante avrebbero potuto fornire fino a tre chili di marijuana. 

Potrebbe interessarti

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Controlli dei carabinieri: 76 motociclisti multati in una giornata

  • Orso M49, Fugatti firma una nuova ordinanza: "Sì all'abbattimento in caso di grave pericolo"

  • Pasubio: finalmente riaperta la Strada delle 52 gallerie

I più letti della settimana

  • Scomparso nel lago, ritorna all'albergo dopo tre giorni: ecco la storia di Maik

  • Valsugana: deviazione fino ad autunno 2019 al viadotto dei Crozi

  • Tragedia sulla Affi-Peschiera: auto travolge tre ragazzi, due perdono la vita

  • Orso M49: la Provincia pubblica, cinque giorni dopo, il video della cattura

  • In montagna senza smartphone: il rifugio è gratis

  • Si tuffa nel lago e sviene: è la "sincope da immersione", recuperato dai Vigili del Fuoco a nuoto

Torna su
TrentoToday è in caricamento