Cortina, scivola e precipita nel vuoto: morta scialpinista e ferita la sua guida

La tragedia è accaduta nella giornata di giovedì 13 gennaio

Tofana di Rozes (foto Fb/Soccorso Alpino Cortina)

Una donna americana di circa 50 anni ha perso la vita dopo essere scivolata e poi precipitata per centinaia di metri. È accaduto a sulle pendici del 'Bus di Tofana', sopra Cortina d'Ampezzo, nella giornata di giovedì 13 febbraio, verso le 15. La scialpinista stava affrontando una discesa assieme ad altri tre compagni.

A cercare di trattenere la donna mentre stava cadendo una guida alpina, un 49enne di Cortina che nel tentativo di salvarla è rimasto gravemente ferito, precipitando a sua volta per circa 400 metri, ma fermandosi prima della vittima. Vano l'intervento dei soccorritori del 118: troppo gravi i traumi e le ferite riportati nella caduta fatale dalla statunitense. Il 49enne invece è stato trasportato in ospedale, prima a Cortina e poi a Belluno. Sul posto sono intervenuti soccorso alpino di Cortina e del Sagf e polizia di stato.

Nel corso della stessa giornata un'altra scialpinista era morta sul Piz Boè, sopra Corvara. La donna, un'esperta e attrezzata scialpinista austriaca, era scivolata su un lastrone di ghiaccio durante la discesa verso la Val Mezdì, precipitando nel vuoto. A Campiglio, poi, una ragazza di 25 anni si era ferita in modo molto grave dopo un incidente sugli sci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento