Parroco e detective: installa la fototrappola e ferma il ladro di elemosina

Quarto furto di offerte in una chiesa di Riva del Garda. Questa volta, però, il ladro è stato riconosciuto ed il parroco sui social è diventato "don Matteo"

Immagine di repertorio

Don Mattia, parroco della chiesa di San Giuseppe a Riva del Garda, si improvvisa investigatore e fa acciuffare il ladro. Il paragone con Don Matteo, il celebre prete-detective della serie tv più amata dagli italiani, sorge spontaneo. Ed è così che in molti hanno commentato la notizia sui social network.

Stufo dei ripetuti furti di elemosine nella sua chiesa don Mattia Vanzo, giovane ed intraprendente sacerdote trentino, ha installato una videocamera nei pressi della cassetta delle offerte. Una fototrappola, che inizia a riprendere automaticamente in presenza di foti di calore, tra cui un corpo umano. E la trappola è scattata immortalando il ladro.

Si tratta del quarto episodio in poco tempo. Questa volta, però, il ladro è stato ripreso ed è stato facile identificarlo quando si è ripresentato in chiesa,pensando di andare ancora a colpo sicuro. Don Mattia lo ha inseguito e fermato. Nel frattempo sono arrivati i carabinieri che lo hanno portato in caserma. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croce Bianca di Trento piange Silvio Maestrelli: la triste scomparsa del ragazzo

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • La leggenda di Santa Lucia, "collega" di Babbo Natale

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

Torna su
TrentoToday è in caricamento