Botti vietati in sei comuni: ai trasgressori fino a 500 euro di multa

Non si potranno sparare fuochi d’artificio a Scurelle, Campitello di Fassa, Roveré della Luna, Monclassico, Tassullo e Pelugo. In alcuni comuni il divieto si limita al 31 dicembre e 1 gennaio, in altri il divieto è esteso fino al 7 gennaio

Niente petardi e fuochi d’artificio per salutare il 2013 ed entrare nel nuovo anno. A deciderlo, con un’ordinanza di divieto, sei comuni del Trentino, che hanno detto no ai botti di Capodanno per tutelare la sicurezza di persone e animali, ma anche per evitare incendi. Non si potranno sparare fuochi d’artificio a Scurelle, Campitello di Fassa, Roveré della Luna, Monclassico, Tassullo e Pelugo. In alcuni comuni il divieto si limita al 31 dicembre e 1 gennaio, in altri il divieto è esteso fino al 7 gennaio. Coloro che non rispettano i divieti incorrono a sanzioni che variano da 25 a 500 euro.

Potrebbe interessarti

  • Rovereto, scoperte due specie arboree ignote alla scienza

  • Spettacolare protesta degli Schuetzen: coprono 600 cartelli tedeschi

  • Brenta: chiuse le ferrate Detassis e Bocchette Centrali

  • Rientro dal Ferragosto: A22 da "bollino nero"

I più letti della settimana

  • Motociclista perde la vita al passo Tonale

  • Cosa fare a Trento nel week-end: musica dal vivo, feste e castelli aperti

  • Cosa fare Ferragosto: cultura, musica e buona cucina

  • Tragedia in alta quota, sbatte contro la parete e precipita: morta base jumper di 30 anni

  • Tamponamento a catena: in sette all'ospedale compresi due bimbi

  • Incidente sulla A22, schianto auto-camion: traffico in tilt

Torna su
TrentoToday è in caricamento