Ordinanza del sindaco a Lavis: bollire l'acqua prima di berla

Le analisi chimiche effettuate seguito degli eventi atmosferici dei giorni scorsi, hanno evidenziato la presenza nell'acqua fornita dall'acquedotto del Comune di Lavis di batteri oltre il livello massimo previsto dalla normativa

Il Comune di Lavis informa che è istituito il divieto di bere acqua dell'acquedotto comunale se non dopo averla bollita. Con un'ordinanza ( 266/2018 dd. 31/10/2018) il sindaco ha ordinato da oggi il divieto di consumo. Le analisi chimiche effettuate dalla società concessionaria AIR spa a seguito degli eventi atmosferici dei giorni scorsi, hanno evidenziato la presenza nell'acqua fornita dall'acquedotto del Comune di Lavis di batteri oltre il livello massimo previsto dalla normativa. Il divieto vale fino a revoca con successiva ordinanza sindacale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Il supermercato più conveniente di Trento? Ecco il "calcolatore" online di Altroconsumo

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

Torna su
TrentoToday è in caricamento