Diedro di Mori: si avvicina la demolizione, due fasi per la rimozione

L'ipotesi più probabile prevede la prima operazione il 3 settembre; la seconda operazione si eseguirà probabilmente dopo 15 giorni


Sarà demolito in due fasi il diedro di roccia che si trova sopra l’abitato di Mori. L’operazione è stata pianificata, restano da confermare solamente le date. Allo stato attuale l’ipotesi più probabile prevede la prima operazione il 3 settembre; la seconda operazione si eseguirà probabilmente dopo 15 giorni dalla prima, e comunque dovrà essere confermata dai tecnici che seguono i lavori preparatori. I dettagli operativi sono stati condivisi nella riunione che si è tenuta giovedì  presso la caserma dei Vigili del Fuoco Volontari di Mori e a cui hanno partecipato i rappresentanti degli enti coinvolti nell’operazione. Sarà fatta la demolizione in parete con l’utilizzo di materiale esplosivo. In via precauzionale è considerata necessaria l’evacuazione di via Teatro, circa 170 persone che troveranno ospitalità presso la scuola elementare dove sarà istituito un centro di accoglienza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • Vivaio di meli senza pagare le tasse: imprenditore arrestato,giro d'affari di 10 mln

  • Lotta ai tumori: premiato il lavoro di una giovane chimica trentina

  • Camion perde il carico sulla "Maza": traffico in tilt tra la Busa ed il Garda

  • Poliziotto trascinato da una moto in fuga sulla statale per 500 metri: in prognosi riservata

Torna su
TrentoToday è in caricamento