Diedro di Mori: si avvicina la demolizione, due fasi per la rimozione

L'ipotesi più probabile prevede la prima operazione il 3 settembre; la seconda operazione si eseguirà probabilmente dopo 15 giorni


Sarà demolito in due fasi il diedro di roccia che si trova sopra l’abitato di Mori. L’operazione è stata pianificata, restano da confermare solamente le date. Allo stato attuale l’ipotesi più probabile prevede la prima operazione il 3 settembre; la seconda operazione si eseguirà probabilmente dopo 15 giorni dalla prima, e comunque dovrà essere confermata dai tecnici che seguono i lavori preparatori. I dettagli operativi sono stati condivisi nella riunione che si è tenuta giovedì  presso la caserma dei Vigili del Fuoco Volontari di Mori e a cui hanno partecipato i rappresentanti degli enti coinvolti nell’operazione. Sarà fatta la demolizione in parete con l’utilizzo di materiale esplosivo. In via precauzionale è considerata necessaria l’evacuazione di via Teatro, circa 170 persone che troveranno ospitalità presso la scuola elementare dove sarà istituito un centro di accoglienza

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Meno tasse alle aziende che alzano gli stipendi: la proposta di Olivi in Consiglio provinciale

  • Cronaca

    Anche in Trentino i capitreno "indosseranno" le minitelecamere

  • Incidenti stradali

    Terribile incidente, Marco De Barba schiacciato dalla sua auto

  • Attualità

    Piazza Dante: il Liber Cafè torna ad essere gestito dagli Alpini

I più letti della settimana

  • A Trento la migliore università d'Italia

  • Incidente mortale a Lavis, auto contro un camion cisterna di GPL

  • Schianto mortale al passo Vezzena, vittima un motociclista di 26 anni

  • Due trentini in Mongolia con una Cinquecento: l'avventura della Ciurma Mezzabotte

  • Tartaruga asiatica nel lago di Garda attacca i pulcini di germano reale

  • Ritrovato a Verona il paziente psichiatrico evaso da Pergine

Torna su
TrentoToday è in caricamento